APPUNTAMENTI

manifesto-nato-web-2

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

Aiutaci a sostenere i costi dell'attività politica

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

NOI SAREMO TUTTO


Rete Nazionale

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Festival Antifascista

Caracas Chiama


Rete di solidarietà al Socialismo del XXI secolo

Comitato per il Donbass Antinazista


Coordinamento Operaio Ama


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

29 May :
1979 A Roma vengono arrestati i brigatisti rossi Adriana Faranda e Valerio Morucci.

STATS

E’ morta la Thatcher, in alto le pinte!

Insieme con Reagan ha rappresentato la genesi del neoliberismo. In nome della proprietà privata è passata come un carro armato sulle vite di centinaia di migliaia di minatori e di operai. In nome del profitto ha picchiato, represso, assassinato, incarcerato, licenziato… Siamo convinti che oggi nello Yorkshire più di una pinta si sia alzata per brindare alla sua scomparsa; e sicuramente la stessa cosa sarà successa in Irlanda. Quindi ci uniamo alla festa: è morta la Thatcher, che vada all’inferno!

Audio dell’iniziativa

Sabato 6 Aprile, presso lo Spazio Sociale di Postavecchia a Genova, si è svolta la seconda affollata presentazione del libro “Noi Saremo Tutto”. Cogliamo l’occasione per ringraziare organizzatori, ospiti e partecipanti. Di seguito l’audio degli interventi che si sono susseguiti durante l’iniziativa.

Introduzione del Circolo Prevosti PRC
Militant
Blocchi Precari Metropolitani
Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali
Circolo Prevosti PRC
Unione degli Studenti
Emilio Quadrelli
Conclusioni del Circolo Prevosti PRC

 

Oh Georgio, Georgio…

E’ di ieri la notizia che Napolitano ha concesso la grazia al colonnello statunitense Joseph L. Romano. Lo scorso 12 settembre (appena 8 mesi fa) il militare Nato era stato condannato in via definitiva a sette anni per il rapimento dell’imam Abu Omar e per la sua estradizione illegale in Egitto, paese dove il malcapitato era stato sottoposto a tortura sempre per conto dell’intelligence a stelle e strisce. Ora, ignoriamo per un attimo che l’Italia è il paese dove se sei un militare e sequestri e torturi una persona prendi meno che se ti trovi vicino ad un blindato in fiamme. Ignoriamo pure che l’Italia non ha mai chiesto la consegna dei 26 militari Usa coinvolti nel rapimento. Quello che ci chiediamo è: ma quando “Georgio” Napolitano ha giurato di servire il Paese… a quale paese si riferiva? Oh Georgio, Georgio...

Quasi fosse colpa tua…

 

Romeo era un muratore provetto ma quattro anni fa per lui era iniziato il calvario: aveva perso il lavoro da dipendente di una ditta edile, così aveva deciso di aprire una partita Iva, di mettersi in proprio continuando a pagarsi i contributi da solo per arrivare alla sudata pensione. Continua a leggere »

Chi devasta e saccheggia è il capitale!

Oggi a Roma si apre il processo contro 25 compagni accusati di devastazione e saccheggio e resistenza per i fatti del 15 Ottobre mentre altre 16 persone hanno già ricevuto in primo grado condanne dai 2 ai 9 anni. Da stamattina alle ore 9.00 c’è un presidio di solidarietà a Piazzale Clodio, al quale invitiamo tutti ad andare. Inoltre in solidarietà i compagni di Teramo e Davide Rosci, detenuto in carcere, l’11 aprile si terrà un altro presidio sotto il Tribunale di Roma, giorno in cui si esprimerà il Tribunale del riesame. Continua a leggere »

Foto di “classe” e album di famiglia

Quanti sono i lavoratori italiani? Che cosa fanno? Quanto guadagnano? Che tipo di contratto hanno? Da anni la nouvelle vague egemone in certa sinistra ci vorrebbe tutti quanti catapultati nell’era del biocapitalismo cognitario: un’epoca in cui si producono soprattutto simboli e segni e in cui la produzione delle merci è diventata immateriale, sempre più intangibile, frutto di facoltà relazionali, affettive e, per l’appunto, cognitive e in cui è centrale il ruolo dei saperi e della conoscenza. Continua a leggere »

Fuori la NATO dall’Italia, Fuori l’Italia dalla NATO!

Oggi, Sabato 30 Marzo è stato convocato a Niscemi (CL) un appuntamento nazionale di opposizione popolare al Mobile User Objective System, il MUOS, un sistema militare di controllo e comunicazione composto da satelliti e stazioni di terra posti nei quattro angoli del mondo dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti che ha pensato di collocare l’ultimo nodo di questo sistema proprio a Niscemi, dove già dal 1991 è presente il NRTF – Naval Radio Transmitter Facility – che si compone di ben 41 antenne militari. Soprassediamo sulle decine e decine di studi che dimostrano come queste strumentazioni – sia il MUOS che il NRTF – abbiano un impatto devastante sull’ambiente e sulle persone, essendo comprovatamente causa di tumori e leucemie. Continua a leggere »