INFOSHOP AUT-LET

Il vostro carrello è vuoto
Visitate il negozio

APPUNTAMENTI

locandina-23-web

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

NOI SAREMO TUTTO


Rete Nazionale

MILITANT AUT-LET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Festival Antifascista

Caracas Chiama


Rete di solidarietà al Socialismo del XXI secolo

Assemblea romana NO GUERRA


Con il Donbass antinazista

Coordinamento Operaio Ama


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

25 January :
1977 - A Roma centinaia di donne presidiano fin dal primo mattino l'aula della I sezione penale della Corte d'Appello dove si svolge il dibattimento conclusivo del processo per il massacro del Circeo

2006: HAMAS VINCE LE ELEZIONI A GAZA

STATS

I padroni della fabbrica siamo noi!

I padroni della fabbrica siamo noi“. L’altro giorno a Taranto era questo lo slogan che gridavano gli operai mentre sfilavano in corteo contro la serrata padronale. Un concetto tanto semplice quanto vero che però, anche a sinistra, in troppi sembrano aver dimenticato. Sappiamo benissimo che nel quadro degli attuali rapporti di produzione e di proprietà la contraddizione tra capitale e ambiente, e dunque anche tra lavoro e salute, resta insanabile. Continua a leggere »

Consigli (o sconsigli) per gli acquisti

Lo scorso ottobre la casa editrice Nova Delphi ha lanciato sul mercato un altro testo che, a nostro giudizio, merita di essere segnalato e consigliato. “Red America. Lotta di classe negli Stati Uniti” (2012, euro 12) è un’antologia di testi del celebre cronista e compagno John Reed, raccolta e curata dall’americanista Mario Maffi. Diversi sono i motivi che ci spingono a parlare di questo libro. Continua a leggere »

Per non dimenticare Silvio Meier

 

Per il ventennale della morte di Silvio Meier, un militante antifascista di Berlino Est ucciso nel 1992 dai neonazisti, l’Antifaschistische Aktion ha chiesto ai compagni antifascisti degli altri paesi di unirsi al ricordo attraverso azioni simboliche e comunicative. In giro per il mondo ci sono stati molti graffiti e cambi di nome di piazze o di strade, si possono vedere nel link sottostante. Per esempio a  Roma, durante la notte dell’anniversario, è stata modificata la targa che ricordava il fascista Mario Zicchieri modificandola in Piazza Silvio Meier. Un’azione firmata dal nuovo COMITATO di LIBERAZIONE TOPONOMASTICA.

Link degli articoli in tedesco:

http://de.indymedia.org/2012/11/338379.shtml

http://www.antifa.de

Video del corteo per ricordare Silvio Meier:

24 novembre: le cinque fasi della “depressione fascista”

Prima o poi bisognerà davvero pensare a mettere in piedi uno di quei gruppi di auto aiuto per i fascisti del terzo millennio, uno sul genere “Futuristi Anonimi”, di quelli in cui ad un certo punto della seduta un tipo chiaramente sovrappeso e complessato si alza, prende la parola e dice: ciao sono Gianluca, sono di casaclown, e non marcio per il centro di Roma da tantissimi anni. E gli altri tutti intorno a cercare di applaudire, incapaci però perfino di riuscire a far sbattere la mano destra contro quella sinistra. Continua a leggere »

Un pò di uova e un pò di vernice fanno sempre bene. Azione contro la Cisl

Dopo Roma, Parma e Bologna anche a Napoli è stata sanzionata la sede della Cisl

Segnaliamo da www.zetanapoli.org/

Contro i sindacati che continuano come sempre, a svolgere il ruolo di pompieri delle lotte… continuano le azioni.

Sindacati che negli ultimi giorni hanno firmato l’accordo sulla produttività facendo felice i padroni e aumentando ancor di più lo sfruttamento dei lavoratori. Continua a leggere »

il cor(ro)sivo della Militant

Cose piccole, ma significative. Questa mattina di fronte all’entrata della Sapienza abbiamo avuto modo di apprezzare l’ultima geniale trovata dei creativi vendoliani contro la vera piaga che affligge il popolo italiano: i manifesti abusivi! Il senso civico del solerte attacchino di SeL (ovviamente abusivo anche lui, ma non fateglielo notare) lo ha così spinto a stigmatizzare niente meno che i manifesti che pubblicizzavano una serata di solidarietà con il Corto Circuito. Che dire, se lo spessore e i temi della campagna per le primarie del governatore poeta sono questi, allora ci permettiamo di segnalare anche l’annoso problema delle cacche dei cani sui marciapiede, delle auto in doppia fila, dei baristi che non fanno usare il bagno e della gente che non rispetta la fila alla posta. Comunque per quanto ci riguarda…. meglio i manifesti abusivi #piuttostochevendola

Dicono i muri…

“Il Decoro Urbano è una tigre di carta” Mao Tse-Tung

Tutti i reazionari sono tigri di carta. In apparenza sono terribili ma in realtà non sono così tanto potenti. Anzi talvolta finiscono per essere ridicolizzati come gli americani in Vietnam. Sarà per la conoscenza del territorio. Saranno le tecniche innovative. Sarà la complicità del quartiere o l’ausilio delle tenebre. Ma a  Roma accade che sempre e solo alcune scritte sui muri dei quartieri vengano cancellate dalla squadraccia di turno del Decoro Urbano e che dopo neanche 24 ore le scritte siano di nuovo lì. Riapparse beffardamente a testimoniare che siamo sempre un passo oltre. One step beyond… Continua a leggere »