APPUNTAMENTI

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Comitato per il Donbass Antinazista


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

15 August :
1977 - Herbert Kappler criminale di guerra nazista fugge dall'ospedale militare del Celio, a Roma, dove si trova ricoverato.

1987: LA MORTE DI MAITE E RAFA, MILITANTI DELL'ETA

STATS

Chi devasta e saccheggia è il capitale!

Oggi a Roma si apre il processo contro 25 compagni accusati di devastazione e saccheggio e resistenza per i fatti del 15 Ottobre mentre altre 16 persone hanno già ricevuto in primo grado condanne dai 2 ai 9 anni. Da stamattina alle ore 9.00 c’è un presidio di solidarietà a Piazzale Clodio, al quale invitiamo tutti ad andare. Inoltre in solidarietà i compagni di Teramo e Davide Rosci, detenuto in carcere, l’11 aprile si terrà un altro presidio sotto il Tribunale di Roma, giorno in cui si esprimerà il Tribunale del riesame. Riteniamo che sia  fondamentale esprimere una capacità ricompositiva dei movimenti di fronte all’attacco repressivo dello stato, se non altro perché è necessario e funzionale a chi ha a cuore il rilancio del conflitto sociale e a porsi il problema della sua direzione politica. Scardinare la cultura “legalitaria” dei benpensanti di sinistra non sarà cosa facile e non lo sarà neanche restituire la dignità politica agli imputati, considerati alla stregua di semplici criminali. Per farlo, dobbiamo innanzitutto ritrovare un territorio e un ragionamento comune sulla repressione e riannodare i fili rossi delle resistenze. Non è più possibile lanciare il sasso e nascondere la mano. Siamo ben consapevoli che la costruzione dell’alternativa, la storia ce lo insegna, passa innanzitutto per la rottura della gabbia. Intanto prosegue la nostra campagna di striscioni dedicati a questa vicenda per le vie della città. Si parte e si torna insieme.

“Avevo il diritto di viverla quella felicità. Non me lo avete concesso. E allora è stato peggio per me, peggio per voi, peggio per tutti… Dovrei rimpiangere ciò che ho fatto? Forse. Ma non ho rimorsi. Rimpianti si, ma in ogni caso nessun rimorso…”
Jules Bonnot

4664 letture totali 2 letture oggi

1 comment to Chi devasta e saccheggia è il capitale!

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>