APPUNTAMENTI

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Comitato per il Donbass Antinazista


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

27 September :
1943 - Napoli insorge contro i nazifascisti in quelle che rimarrano nella memoria come le 4 giornate di Napoli che costeranno la vita a oltre 500 persone tra partigiani e civili inermi

1975: GLI ULTIMI FUCILATI DAL REGIME FRANCHISTA

STATS

La prima pagina di Repubblica che non vi sareste mai sognati di leggere.

E’ inutile nasconderselo, da 14 anni ci sono cinque cubani innocenti condannati a pene spropositate e sepolti nelle carceri USA, eppure in Italia all’opinione pubblica progressista di questa cosa non importa un bel nulla. Che fare? ci siamo chiesti. Come riuscire a far conoscere la storia di Antonio Guerrero Rodríguez, Fernando González Llort, Gerardo Hernández Nordelo, Ramón Labañino Salazar e René González Sehwerert? Poi c’è venuta un’idea bislacca… ma se ci riescono loro, i padroni, perchè non tentare anche noi. Perchè non provare con una bella prima pagina di Repubblica? Hai visto mai riuscissimo a smuovere qualche dirittoumanista almeno per una volta a favore di Cuba? Ahò, tentar non nuoce. Quindi se anche tu conosci qualche anima bella pronta ad indignarsi ad ogni stormir di fronda firmata da Scalfari, scarica questa pagina e spediscigliela.

11739 letture totali 6 letture oggi

17 comments to La prima pagina di Repubblica che non vi sareste mai sognati di leggere.

  • RagnoNero

    Senza eguali!daje Militant

  • hoo_liang

    fallocretrici! se fossero state donne?

  • hoo_liang

    apparte gli scherzi, grandi come sempre, ma vorrei ricordare l’anniversario del golpe in Chile, 39 anni fa la CIA NON usò Pinochet e i Militari che NON aveva istruito, NON manovro i minatori in sciopero, NON manovro lo sciopero dei camionisti, NON finanzio l’opposizione a Allende (ora se qualche “compagno” si azzarda a criticare Allende….e a dargli le “dittatore” come a Chavez…) NON istigo , NON finanzio,insomma come NON fa ora in Siria, come NON ha fatto in Libia, come NON fa in Venezuela. bisogna ricordare il golpe in CHile, Bisogna capire e studiare come e perche la CIA, l’imperialismo Statounitense ( ao me dispiace quello russo e quello cinese, non centrano niente stavolta) a condotto questa carneficina, questa controrivoluzione, e bisogna farlo perchè stanno preparando qualcosa di grosso In Venezuela, ma e non solo. tra meno di un mese ci sono le elezioni , Chavez, le vincerà , l’opposizione non le riconoscerà, ci saranno manifestazioni di protesta , qualche sicario probabilmente paramilitare colombiano sparera sulla folla, Amnesty dara la colpa a Chavez, gli americani, l’europa protesteranno, repubblica e tutti i media servi, ci riempiranno di merda, qualcuno organizzera proteste contro Chavez, ( qualcuno ci dara dei Rossobruni!) spunterà l’esercito libero del Venezuela, ( sono anni che si infiltrano paramilitari coolombiani, e agenti della cia) e insomma il resto gia si sa no?

  • Brigante

    Geniali! Certo se si riuscisse ad attaccarne qualche stampa sulle bacheche delle edicole sarebbe ancora meglio ;-)

  • rebeldia

    @hoo_liang:pienamente d’accordo con te,anche se politicamente scorretto sarebbe bello che a scrivere i commenti su questo sito fossero solo compagni, e non ex qualcosa, che a tutti i costi vogliono convincere il resto dei lettori che in fondo l’imperialismo americano è uguale a quello russo e cinese, che a Cuba si vive male, trascurando il fatto che l’isola è stata soffocata da un embargo feroce, prolungato anche dal rinnegato Obama, idolo di tanti compagni(??), i quali si spellarono le mani al momento della sua elezione.Sarebbe bello che a parlare ci fossero solo compagni che in tanti anni non hanno mai perso la speranza di vedere un mondo migliore, senza farsi attrarre dal modello capitalista, che tutto corrompe,che crea diseguaglianze e sofferenze.La coerenza è una caratteristica che provoca sicuramente maggiori difficoltà nella vita, è molto facile schierarsi dalla parte dei più forti, perchè su questo non ci sono dubbi, chi comanda le sorti del pianeta di sicuro non sono ne Assad ne tanto meno Chavez,ma quella serie di organismi più o meno dichiarati e visibili, che decidono ogni giorno chi deve soccombere e dove far migrare miliardi a palate, da una banca all’altra, o società finanziaria che dir si voglia.Se ancora dei compagni hanno dubbi su questo aspetto, su chi comanda e su chi subisce, mi chiedo perchè non passano alla corte di Grillo, di Bersani, di Vendola, invece di intasare siti di controinformazione, che cercano con tutta la loro forza di far comprendere a quale destino vanno incontro quei paesi, con le loro taroccate e finanziate rivolte , che tutto cambiano, ma solo per rimanere sotto il controllo della potenza americana e dei suoi alleati.

  • filo

    mi dispiace dirlo ma i 5 cubani arrestati non meritano la solidarietà della sinistra italiana mica hanno infilato il loro uccello in pollo surgelato dentro ad un supermarket non hanno nemmeno organizato un’ orgetta piccola piccola dentro ad un museo e in più cosa più grave non suonano la chitarra elettrica! eh no cari cubani la solidarietà della sinistra italiana non ve la meritate proprio…adesso non è più di moda difendere rivoluzioni passate fallocentriche e novecentesche adesso bisogna farle con il benestare della cia e con un bel passamontagna fucsia!

  • daouda

    Dategli qualche anno che poi la faranno davvero…

  • Brigante

    OT ma neanche troppo
    http://www.ilmanifesto.it/attualita/notizie/mricN/8463/
    La giustizia borghese finisce per ridicolizzarsi da sola! Solidarietà a tutti i compagni.

  • Ile

    Uno di quei processi per cui non ho visto alcuna tweet-star, alcuna femminista, e pochissimi compagni strapparsi i capelli, preoccuparsi, commuoversi, muoversi, partecipare emotivamente e politicamente. Gli anni di vita GIA’ tolti a questi compagni valgono evidentemente meno di quelli delle PR. Libertà per i compagni, liberi tutti.

  • Zukov

    Da sentisse male…

    http://www.linkiesta.it/isla-cuba
    http://giuliacerino.wordpress.com/2012/08/07/cuba-addio/

    “E’ in questi momenti che odi la storia e ti chiedi perché nemmeno il forte suono della musica cubana, della salsa, della rumba e nemmeno il forte sapore del rum, riescono a coprire le urla silenziose e strozzate di chi vorrebbe liberarsi dell’uguaglianza per sperimentare finalmente la libertà”.

    LIBERARSI DALL’UGUAGLIANZA!

  • Ile

    Sperimentare la libertà di mettersi i bigodini e usare le “cremite”… “cremite” che, tra l’altro, in nessun paese occidentale le proletarie si possono permettere…

  • Alessandro

    Andatevi a leggere il cursus honorum della giornalista e capirete che certi nemici del popolo ce li abbiamo fra noi e non certo nelle sponde opposte…

  • Pablo

    Non sono facile a scandalizzarmi quando i giornalisti europei parlano di Cuba, ma questo pezzo di questa presunta “giornalista” va molto al di là dell’infamia e dubito sarebbe stato ospitato persino da qualche quotidiano carta-da-culo destroide.
    Non so, però c’è un limite a tutto, e certe parodie chiaramente prezzolate non dovrebbero passare così a cuor leggero fra i compagni. Insomma, a questa le va fatto capire che non può mica scrivere ogni boiata possibile e sperare di passarla franca come se nulla fosse.
    Oltretutto, è un pezzo che trasuda razzismo da ogni poro…l’Italia anni ’50…ma con quale coraggio?

  • Brigante

    @ s
    Ma si s, perché devi sapere che per ogni cubano esule, il governo dittatoriale ne costringe altri 2 ad accoppiarsi e procreare!

  • hoo_liang

    @Brigante, jajajaja, genio

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>