APPUNTAMENTI

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

NOI SAREMO TUTTO


Rete Nazionale

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Festival Antifascista

Caracas Chiama


Rete di solidarietà al Socialismo del XXI secolo

Comitato per il Donbass Antinazista


Coordinamento Operaio Ama


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

19 June :
1953 i due cittadini statunitensi Ethel ed Julius Rosenberg, simpatizzanti comunisti e di religione ebraica, vengono giustiziati negli USA dopo un processo farsa che li ha condannati come spie dell'Unione Sovietica.

STATS

Soumaila e la coscienza (ri)pulita del buon borghese.

Questa mattina, in un lungo articolo sul Corriere della Sera, Giovanni Bianconi ricostruisce le ore che hanno portato all’arresto del quarantatrenne accusato dell’omicidio di Soumaila Sacko. Secondo una delle firme più prestigiose (e per di più “progressista”) del quotidiano, tutta la vicenda sarebbe dunque da derubricare nella cronaca nera di provincia. Un “fattaccio” legato più al modus vivendi di un disadattato che abita in una zona notoriamente degradata e alla sua idea distorta di proprietà privata, che non ai grandi temi evocati in questi giorni: come lo sfruttamento, il razzismo o la criminalità organizzata. Insomma, si tratterebbe di quella che Guccini avrebbe definito come “una piccola storia ignobile”.

Messa in questo modo la sua coscienza democratico-borghese sarebbe salva, e del resto la polizia ha prontamente arrestato il “folle”, la giustizia farà presumibilmente il suo corso e tutto potrà tornare a scorrere come prima, che cosa aggiungere di più? Quindi, ci chiediamo, il fatto che Soumaila e le altre due vittime del tiro al bersaglio fossero nere, e soprattutto povere, non c’entra niente? Se al loro posto ci fossero stati dei bianchi in giacca e cravatta sarebbero stati allontanati dalla fabbrica abbandonata nello stesso modo? A fucilate come si usa fare con i cani randagi quando ti entrano nei campi coltivati? E’ forse questo che vuol farci credere Bianconi?

E davvero non c’entra niente nemmeno lo sfruttamento dei braccianti su cui poggia una gran parte dell’agroindustria italiana coi sui miliardi di euro di fatturato? Il giornalista progressista pensa davvero che se i tre braccianti avessero avuto un salario adeguato, se avessero avuto un contratto regolare, se avessero potuto godere di un alloggio dignitoso, dell’acqua potabile, dei servizi sociali, si sarebbero trovati li a cercare lamiere per costruire baracche? Troppo facile provare a cavarsela in questo modo. Soumaila è stato ammazzato perchè era un bracciante nero e un militante sindacale, l’esecutore sarà stato anche un “agricoltore di 43 anni”, come scrivono tutti i giornali oggi, ma i mandati sono quelli che fanno profitti sullo sfruttamento di decine di migliaia di braccianti ridotti in condizioni di semischiavitù.

5078 letture totali 0 letture oggi

3 comments to Soumaila e la coscienza (ri)pulita del buon borghese.

  • Gracco Babeuf

    Purtroppo ho l’impressione che CHIUNQUE dica frasi del tipo: “ma il razzismo non c’entra niente”, oppure come ho sentito con le mie orecchie “be ma si sa che se entri in un terreno altrui ti sparano”…credo che chiunque esordisca così sia razzista con la R maiuscola, punto.

  • Marco

    Senza contare, Poi, che quella fabbrica era sotto sequestro.

  • mrwolf

    Il razzismo non ha più paura di mostrare il suo volto ripugnante. Salvini ha appena comunicato (nella sostanza) di voler respingere i 629 migranti sull’Aquarius. E’ solo l’inizio di una stagione nera, nerissima. Uscire dall UE è DECISAMENTE meno importante di rimanere connessi con il mondo. Perchè la classe operaia (passatemi il meme) non ha patria, solo compagni. Quelli che per noia o addirittura convinzione hanno portato questo tsunami di merda al governo un giorno capiranno (forse) la differenza tra nemici e bastardi. Ripeto: tra nemici e BASTARDI.

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>