APPUNTAMENTI

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

NOI SAREMO TUTTO


Rete Nazionale

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Festival Antifascista

Caracas Chiama


Rete di solidarietà al Socialismo del XXI secolo

Comitato per il Donbass Antinazista


Coordinamento Operaio Ama


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

22 July :
1944 I nazifascisti uccidono a San miniato (Pisa) 54 civili

STATS

I bandi legali che riproducono l’economia illegale

 

Come si riproduce “Mafia capitale”? Attraverso la privatizzazione dell’economia cittadina. Un processo ininterrotto, che non ha bisogno di sparatorie e minacce, di Buzzi e dei Carminati. In questi giorni Ama – l’azienda municipalizzata che si occupa della raccolta e smaltimento rifiuti – ha proceduto a esternalizzare l’ennesimo servizio di sua competenza: la raccolta del fogliame. Un bando monstre, di due anni e per il valore di 13 milioni di euro. Una situazione paradossale ma ormai strutturale: l’Ama, l’azienda pubblica che dovrebbe tenere le strade pulite, affida ai privati la pulizia delle strade. Producendo così due meccanismi perversi: da una parte accumulando debito pubblico, e sviluppando di conseguenza quella retorica sul debito utilizzata come grimaldello dei processi di privatizzazione; dall’altra favorendo la competizione al ribasso tra aziende, una competizione “oliata” da quegli stessi meccanismi indagati nelle inchieste sul «mondo di mezzo»: finanziamenti privati ai partiti, piccoli favori, cortesie istituzionali, eccetera.

L’esternalizzazione è dettata dalla carenza di organico: nonostante gli strepiti liberisti, nella pubblica amministrazione romana manca personale, così come manca in tutte le aziende di pubblica utilità. Pur di non assumerli, il Comune di Roma verserà nelle tasche di un’azienda privata 13 milioni di euro. Ma è solo l’ultimo dei bandi che alimentano il circuito perverso di appalti e subappalti che favorisce l’incesto mafioso tra politica ed economia. Lo scorso maggio sempre Ama aveva messo a bando la pulizia delle aree verdi «di pertinenza o ad uso aziendale». Avete capito bene: le aree versi ad uso della stessa Ama, inerenti agli uffici, vengono pulite non dall’Ama ma da un’azienda privata a cui sono affidati, tramite bando, compensi per 1 milione e 125 mila euro per tre anni. Due anni fa, sempre l’Ama mise a bando la raccolta della differenziata. E così via, in un loop infinito che progressivamente affida ai privati la gestione dell’amministrazione cittadina. Questa è “Mafia capitale”, non i videogiochi criminali dove vince il più furbo. Purtroppo nessuna fiction ci racconterà le gesta di questa economia criminale che si sviluppa alla luce del sole. 

4976 letture totali 2 letture oggi

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>