APPUNTAMENTI

11_nov_fermiamo_la_repressione

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

NOI SAREMO TUTTO


Rete Nazionale

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Festival Antifascista

Caracas Chiama


Rete di solidarietà al Socialismo del XXI secolo

Comitato per il Donbass Antinazista


Coordinamento Operaio Ama


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

19 November :
1969 - A Milano, in occasione dello sciopero nazionale, la polizia carica un corteo nel centro città, provocando numerosi feriti. Rimane ucciso, per lo scontro fra due automezzi, l’agente Antonio Annarumma. Il filmato televisivo francese, che accerta la dinamica dei fatti sarà fatto sparire.

1974: SPESE PROLETARIE A MILANO

STATS

Uno sciopero e un sindacato: tutto ciò che abbiamo in questo momento

 

Le due mobilitazioni nazionali del 10 e 11 novembre rappresentano al tempo stesso poco e molto delle lotte di classe del paese. Nessun’altra forza sociale, men che meno politica, ha oggi la forza di organizzare una mobilitazione nazionale nei principali settori di classe, caricandosi anche il peso di una sua rappresentazione pubblica politico-sociale. E’ un dato oggettivo che descrive la nostra debolezza, non la nostra forza, ma è perlomeno un fatto concreto, che ci permette di ragionare su dati di fatto reali e non immaginari. Tutti noi vorremmo altro, ma quest’altro non c’è. La piazza romana di sabato ci racconta di questa potenzialità e della sua impossibile autosufficienza. La potenzialità sta nella sua caratura di classe: fuori dal perimetro della composizione operaia scesa in piazza sabato (lavoratori della logistica, facchini, migranti, disoccupati) rimane ben poco di veramente generalizzabile. Ma da sabato si riparte unicamente se consapevoli dei limiti evidenti. La dimostrazione sindacale è necessaria ma non sufficiente. Manca una politica all’altezza della (piccola) potenza sociale scesa in piazza. Questa non si ricostruirà seguendo rituali, schemi e comodità organizzative dei tempi che furono. La storia si è incaricata di espellerli dal novero degli strumenti disponibili. Possiamo rammaricarcene, ma dobbiamo prenderne atto. La politica richiede una sua autonomia che procede oltre il suo necessario ancoraggio di classe. Anche questa è una schematizzazione brutale ma non ci interessa fare filosofia adesso. Ci interessa individuare il problema che emerge da giornate di lotta come quelle appena trascorse. L’oscuramento mediatico, ad esempio, va letto nella sua interezza. Da una parte c’è l’ovvio boicottaggio padronale, è un dato di fatto. Ma non esaurisce lo spettro della spiegazioni. Il disinteresse dei media è la conseguenza di una sotto-rappresentazione politica che anche sabato è risultata evidente. Manca disperatamente una politica capace di vivere dentro queste mobilitazioni e oltre queste mobilitazioni. Hic rhodus, hic salta. 

3460 letture totali 30 letture oggi

1 comment to Uno sciopero e un sindacato: tutto ciò che abbiamo in questo momento

  • quetzal

    dal sito del pc di rizzo…
    PATETICI
    Esprimiamo rammarico per la scelta delle altre forze comuniste di ignorare l’appello effettuato dal FGC nello scorso giugno, e di ritrovarsi in una contro-manifestazione nello stesso giorno – convocata, a data del corteo comunista già annunciata – ma rinnoviamo la nostra volontà di confronto

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>