APPUNTAMENTI

11_nov_fermiamo_la_repressione

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

NOI SAREMO TUTTO


Rete Nazionale

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Festival Antifascista

Caracas Chiama


Rete di solidarietà al Socialismo del XXI secolo

Comitato per il Donbass Antinazista


Coordinamento Operaio Ama


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

19 November :
1969 - A Milano, in occasione dello sciopero nazionale, la polizia carica un corteo nel centro città, provocando numerosi feriti. Rimane ucciso, per lo scontro fra due automezzi, l’agente Antonio Annarumma. Il filmato televisivo francese, che accerta la dinamica dei fatti sarà fatto sparire.

1974: SPESE PROLETARIE A MILANO

STATS

Le tre fasi della depressione narcofascista

 

L’altro ieri notte Forza nuova, il partito narcofascista della Capitale, ha radunato tutta l’organizzazione microfascista per scrivere su di un muro “Militant infami”. Non paghi dell’impresa, lo hanno strombazzato su tutti i social, vantandosi di chissà quale dannunziana epopea da narrare ai nipoti. Già questo dovrebbe raccontarci della difficoltà esistenziale della Roma bene, annoiata dagli aperitivi a Ponte Milvio, stufa delle sgommate in micro-car e delusa della monotonia dell’ennesimo migrante mandato all’ospedale. Una depressione a cui gli antifascisti hanno probabilmente dato il colpo di grazia. L’impresa fiumana veniva prima cancellata, mandando di traverso la cocaina a Castelluccio, nel frattempo alle prese con lo stradario per capire dove organizzare la “marcia dei patrioti”. Non paghi, la sera dopo sempre i soliti antifascisti sono tornati sul luogo del delitto, questa volta attendendo (invano, e quando mai…) i novelli Farinacci. Probabilmente erano su facebook a vantarsi di aver attacchinato un manifesto. Neanche i fascisti sono più quelli di una volta.

[Prima]

[subito dopo]

[la sera dopo]

10324 letture totali 12 letture oggi

3 comments to Le tre fasi della depressione narcofascista

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>