APPUNTAMENTI

eurostop_nov_2017

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

NOI SAREMO TUTTO


Rete Nazionale

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Festival Antifascista

Caracas Chiama


Rete di solidarietà al Socialismo del XXI secolo

Comitato per il Donbass Antinazista


Coordinamento Operaio Ama


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

18 October :
1979 - Franco Piperno, leader di Autonomia operaria, viene estradato dalla Francia e rinchiuso nel carcere romano di Rebibbia

STATS

Il cor(ro)sivo della Militant

Nella notte tra il 3 e il 4 maggio è morto in ospedale Orlando Josè Figueras, il ragazzo chavista che qualche giorno fa era stato linciato e poi bruciato vivo dai “ribelli” che tanto piacciono a Repubblica, al Fatto Quotidiano e a certa sinistra europea, anche di movimento. Orlando era stato riconosciuto “colpevole” di avere la pelle e le idee del colore sbagliato, e per questo meritava di morire, almeno per i bianchi rampolli della borghesia che gli si sono avventati contro. Subito dopo il linciaggio la madre, che lavorava come domestica in casa di una famiglia antichavista, è stata licenziata in tronco dalla padrona di casa. Questo giusto per ribadire, a chi si masturba in rete guardando gli autobus bruciati dai guarimberos, qual è, in termini di classe, la natura dello scontro in corso in Venezuela. No podemos optar entre vencer o morir. Necesario es vencer!

31100 letture totali 2 letture oggi

1 comment to Il cor(ro)sivo della Militant

  • Max Rojo

    IL VENEZUELANO TIPICO E VIETATO NEI MIGLIORI BAR DI CARACAS
    Nel territorio della mentira (buggia) esiste da sempre una classe di citadino doppio, di origine spagnola , Italiana, portoghese ma anche francese e tedesca che ha sempre assoggettato , sfruttato , calunniato ,deriso ed umiliato i “criollos” ,nonostante abbiano fatto grandi fortune (senza pagare tasse) . possiedono case a Miami,ville nelle principali città del paese sono figli della illusione, rimasti nel tempo i cui questo territorio si chiamava Stati Uniti del Venezuela su monete di argento puro, questa gente oggi vuole far credere di essere maggioranza grazie ai media internazionali che manipolano dal Norte, sono individui che hanno sempre visto e seguito come punto di riferimento ,non la nazione di Bolivar ben si i giocatoli tecnologici, la moda e life style dei gringos & Monsieur euroamericani . Dai primi 900 hanno dato vita ad un oddio classista e razzista contro persone di origine indigeno o afro-venezuelane cosi feroce ,che negli anni 80 e 90 i meticci la gente di pelle oscura non poteva transitare in luoghi del est di Caracas, senza essere fermati dalla polizia metropolitana , era tale la discriminazione che molti laureati erano respinti poichè colorati, tuttavia questi “naturales” rappresentano attualmente la maggioranza della popolazione che voto Chavez e che opto democraticamente per Maduro. Dopo la ennesima crisi , la mancanza di cibo, medicina, lunghe code , criminalità e violenza, ancora il popolo preferisce seguire questo socialismo pur di non darla vinta ai “sifrinos” borghesi del est di Caracas, una gioventù violenta sostenuta dalla ultra destra che porta cognomi stranieri , doppia cittadinanza e che pretende da 14 anni riprendere il potere con la forza ( guardate il brasile di Lula e Dilma) questi signorini sono disposti a regalare a gli Stati uniti , il paese più ricco in risorse di : coltan, oro, petroleo, diamanti minerali strategici ,foreste ed acqua delle americhe. Alcuni “venezuelani” prefersicono distruggere e perdere la nazione ,più tosto che includere ed accettare socialmente gli originari, esiste una frase molto usata nella cultura popolare (mentira-buggia ) per qualsiasi accadimento si usa questa frase in venezuela, sia per diletto che per offesa , come pretesto, cinismo o perfida negazione. storicamente la classe media /alta venezuelana usa una frase abominevole e razzista che cita testualmente ” Negro è negro ,il suo cognome è merda” tanto per fare capire il senso di civiltà degli opponenti che da più di 100 giorni hanno come lavoro fisso ,la distruzione e la violenza in nome dei diritti umani , della libertà e della democrazia. Come fanno senza alimenti ad essere tutti i giorni sulla strada e nella sera prendono un Whiskysito in buddhabar Caracas? nella Lagunita Country Club o nelle migliori zone della capitale? , chi sostiene questa gente? chi paga per i caschi ,armi di guerriglia urbana, pericolosi petardi ? perche Stati Uniti, Federica Mogherini , il coretto dei 7 paesi sudamericani venduti ,il segretario della OEA Almagro ,il governo spagnolo & partners europei, odiano da oltre 10 anni il chavismo socialista? perche non sono riusciti nella OEA, e tante altre sedi internazionali ad avere la maggioranza ed essere autorizzati per abbattere la denominata dittatura terribile di Maduro che per mandato del popolo deve ancora governare per due anni ?? perche hanno tanta fretta di risolvere ora che la opposizione già non riempie le strade ? Colombia, Mexico, Peru, Panama, Guatemala, Costa Rica, ,Argentina , paesi con gravi problemi , impoveriti da narco- violenza e corruzione vogliono spazzare via un movimento popolare reale che essiste e che vuole essere libero della perversa mano capitalista globalizzata capitanata dagli USA ? perche Obama decreto il Venezuela come una minaccia inusuale ed straordinaria per la sicurezza della potenza piu grande del pianeta ? perchè il nemico storico di Chavez che intraprese una miliardaria causa legale contro petroleos de venezuela Rex Tillerson dirigente della Exxon Mobil ora segretario di stato di Trump vuole a tutti costi eliminare Maduro e rientrare con un team di multinazionali per depredare finalmente il suolo venezuelano? perche la Mogherini si inginocchia a Trump nel corteo di avvoltoi che si preparano a ripetere il banchetto fatto in Libia, Siria , Iraq. Sarà il caso di guardare con attenzione gli accadimenti e le conseguenze se ancora crediamo che il battito di ali di una farfalla in Amazzonia può creare uno tsunami a Londra . La colpa del socialismo Bolivariano e quella di essere riuscito ad sfidare “i gringos” e promuovere in sedi sociali e formali a livello mondiale il vero volto diavolico del impero più aggressivo del globo. Quello che accade oggi nella venezuela in crissi puo accendere il fuoco di un conflitto globale, giachè Russia, China, Cuba, Iran e milioni di simpatizzanti nel mondo vegliano su el “DORADO” sudamericano. Chavez risvegliò i popoli rurali del continente , non sara facile convincere la ONU e colpevolizzare solo il governo di Caracas. Maduro conta con il sostegno il movimento dei paesi non allineati resisi indipendenti nel corso del processo di decolonizzazione , sono oltre 115 nazioni presenti nella ONU, conoscono da tempo la situazione di assedio mediatico, politico, economico e sociale che ancora resiste il governo socialista. I reali miglioramenti ottenuti dalle classi disagiate prima di questa ultima crisi è la grande tolleranza che ha dimostrato il venezuelano semplice che vuole vivere in pace, neutralizzano moralmente i tentativi della opposizione classista per fare finire la rivoluzione popolare , questi ripetuti e violenti colpi forzati alla stabilità della nazione non sono andati a buon fine, è per oltre una decada la opposizione non è riuscita a vincere con i voti (causa divisioni interne fra inediti candidati senza un programma alternativo ,inganni, bugie e cose da telenovela) queste ulcere di intolleranza le perpetra la borghesia non solo in venezuela, ma anche in Bolivia o Ecuador pur essendo lo stesso sistema socialista professato da Chavez & Co . Nella attualità questi governi andini funzionano bene e sono fortemente sostenuti dal popolo rurale. Per comprendere la situazione venezuelana, bisogna capire la loro mentalità , ricercare le cause ,nelle radici storiche degli ultimi 50 e 500 anni, confrontare tutte le versioni,guardare internet e seguire la informazione alternativa,. capire definitivamente la realtà imperiale USA che da sempre manipola a suo piacere l’America Latina e non solo. Ancora una volta gli Stati Uniti di Gringoland con accurata scaltrezza , usa i problemi sociali irrisolti fra i cittadini “criollos” venezuelani e quelli di origine straniera per creare caos , disordini ,intolleranza e morte, una reggia già vista in Siria, Chile, Iraq , Colombia, Afganistan,Bosnia, Santo Domingo, Puerto Rico, Argentina, Nicaragua, Cuba e tanti altri paesi, con il solo obbiettivo di riprendere il controllo del ricco patrimonio naturale della nazione Bolivariana, Ormai la follia di Trump ne meno lo nasconde più, nel caso di riuscirci negozierà il governo di Caracas con un altro terzo gruppo congeniale ai propri interessi. Oggi e facile creare un colpevole mediatico per diletto, antipatia o convenienza. Sono i veleni interni di tutti i venezuelani in conflitto i veri colpevoli della situazione odierna, con i petro-dollari preferenziali, le classi agiate, alcuni funzionari pubblici e innumerevoli speculatori volta gabbana senza scrupolo, hanno divorato il paese, è arrivata la ora di cambiare radicalizzare la propria identità soverana. Sembra incredibile fermare una intera nazione per causa del miss Venezuela, per violenza di gruppi criminali, o distruggendo il paese per 120 giorni ( con 100 morti fra poliziotti, delinquenti comuni , ragazzi della destra , e neri bruciasti da individui bianchi nella zona elegante della capitale ed altri stati della nazione per animalità oddio e diversità politica ) sono gravi accadimenti che ci fanno riflettere, spesso vengono nascosti o vociferati dalla stampa internazionale in versione remix . Da molti anni si sa che in Caracas per problemi di criminalità , e violenza di strada muoiono fra 30 e 40 persone ogni weekend e pure organizzazioni internazionali di diritti umani sono rimaste in silenzio , nessuno ha bloccato la città per protestare, come mai? . Quando in Sudamerica milioni di cittadini uniti vogliono eliminare o dare vita a un governo lo fanno in pochi giorni, nel caso venezuelano ce qualcosa che non torna ? la verità è che con tutti i difetti del governo, e quelli della opposizione , insieme conformano le due facie della stessa moneta , si comportano come gli ubriachi del peggiore bar di Caracas , mentre gli spettatori soffrono per separarli ,loro si minacciano ,si aggrediscono , cercano di uccidersi a colpi di machete ,poi si fermano ,bevono insieme si raccontano barzellette e trovano gli accordi convenienti . Se volete sapere la realtà , è molto importante osservare molto bene le due parti in confronto da sempre. Questo problema lo devono risolvere gli stessi venezuelani senza ingerenza straniera di nessun tipo.

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>