APPUNTAMENTI

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Comitato per il Donbass Antinazista


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

28 February :
1978 I NAR uccidono a piazza Don Bosco, Roma, Roberto Scialabba

STATS

Il cor(ro)sivo della Militant

E così, alla fine, Marino è caduto. Uno dei peggiori sindaci della storia di Roma si è dimesso (anche se con riserva)… ed era ora, aggiugiamo noi. Eppure dovrebbe farci riflettere che, laddove non sono riuscite l’inchiesta di Mafia Capitale, l’incazzatura per lo stato disastrato delle periferie romane o l’aggressione continua ai lavoratori delle municipalizzate, sono invece bastati 7 scontrini dubbi e una congiura di palazzo. Neanche si trattasse di Al Capone o Giulio Cesare. A rendere ancora più grottesca la giornata di ieri ci ha poi pensato Sel che solo qualche giorno fa aveva ingoiato la privatizzazione dell’Ama minacciando di uscire dalla maggioranza, ma solo dopo il Giubileo (cioè a giochi fatti), e che invece ieri si è affrettata a dare l’ultimatum al Sindaco per una Carbonara e due Saltimbocca alla romana. Evidentemente più importanti dei diritti di lavoratori e cittadini. Confessiamo di rimanere ancora stupiti di fronte alla capacità che mostra parte dell’a-sinistra nel coniugare il tragico con il comico, roba da far impalidire anche Goldoni.

5802 letture totali 2 letture oggi

4 comments to Il cor(ro)sivo della Militant

  • Lorenzo e Pietro Secchia

    Davanti alla montagna di fango che è stata scaricata sopra Marino per due scontrini, davanti ai fascisti di Casa Pound e ai Fratelli di Alemanno che giovano, davanti ai fastidi vegognosi delle gerarchie vaticane e all’ipocrisia populista di questo papa, davanti ai grillini che provano sempre meno imbarazzo ad abbracciarsi coi fascisti, ieri sera mi è montato un ribrezzo fuori controllo.

    Quello a cui abbiamo assistito nelle ultime settimane è stato uno spettacolo vergognoso. Quando il potere totalizzante della società dei consumi e della televisione individua la propria vittima sacrificale, niente e nessuno si possono sottrarre. Sembra di vivere in un mondo affamato di facili capri espiatori, e i più affamati sono proprio quelli della nostra classe.

    Per questo sono d’accordo con Marino? No,per niente, ma l’elemento centrale ritengo che sia la puzza di antipolitica che si respira in questo paese da troppo tempo. Che tradotta significa zero possibilità di cambiamento per le classi più disagiate.

  • Come suol dirsi: ‘Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io’.

  • Ale

    La teoria del “meno peggio” non mi è mai piaciuta, ma la crocifissione del chirurgo di genova mi disgusta ancora di più. Ad opera di chi poi, di chi trova sostegno nei banchi del parlamento in denis verdini (associazione a delinquere, bancarotta, truffa ai danni dello stato..), o chi si faceva allegramente fotografare con l’amico casomonica dopo essere sceso dai tassinari del saluto fascista. Tra i merdoni contestatori sotto al campidoglio ho visto pure una bella collezione di nazifascisti e clericofascisti, quelli contrari ai “matrimoni tra froci” per intenderci. Contento pure l’osservatore romano logicamente. Tranquilli tutti, col prossimo sindaco (perchè questo era addirittura peggio di alemanno no?) si celebreranno solo matrimoni tra eterosessuali, bianchi e virili italici.

  • stella

    la “puzza di antipolitica” contro il “profumo di politica” (di pagarsi la cena con i soldi anche dei lavoratori e dei disoccupati)
    la “puzza di antipolitica” di chi non ha solo nome coinvolto in Mafia-Capitale, contro il “profumo di politica” di chi c’ha nomi e furbizie coinvolti in quelle indagini.
    la “puzza di antipolitica” di essere coerenti col proprio programma, contro il “profumo di politica” di presentarsi assieme ad altri alle elezioni pur di accaparrarsi almeno una qualche sediola in parlamneto e poi andarsene per proprio conto (ma assai meno in disaccordo nelle votazioni e negli enti locali)

    Ormai è’ il mondo alla rovescia.

Lascia un Commento

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>