APPUNTAMENTI

MILITANT AUTLET


Infoshop
www.militantautlet.com
T-shirt, felpe, cappelli, giacche e sciarpe per sostenere le spese dell’attività politica.

Donazione Paypal

La lotta paga, ma ha anche un costo. Non riceviamo finanziamenti, non abbiamo trattorie, nessuno ci paga manifesti, striscioni o trasferte. Tutta la nostra attività politica è finanziata con l'autotassazione e la vendita delle magliette. Se pensi che il nostro impegno meriti un piccolo sostegno, non indugiare. Anche un piccolo contributo economico è per noi una grande forma di solidarietà politica.

PAGINE FACEBOOK: MILITANT


Collettivo Militant

MILITANT AUTLET


Infoshop

ACHTUNG BANDITEN


Comitato per il Donbass Antinazista


SOCIAL

pagina twitter Profilo Twitter pagina twitter Canale Youtube abbonati alle notizie Rss Feed Rss

ACCADEVA OGGI…

20 October :
1947 - Nasce la commissione d'inchiesta per attività antiamericane, il senatore McCarthy la utilizzerà per perseguitare i militanti progressiti statunitensi

1974: I FASCISTI UCCIDONO ADELCHI AGRADA

STATS

Daje Degage!

Lo scorso sabato 6 aprile, insieme ai movimenti di lotta per la casa, un gruppo di studenti del progetto Degage ha occupato uno stabile in Via Musa 10. Tra loro ci sono anche molti compagni a noi vicini, ma non è solo per questo che esprimiamo solidarietà a questa occupazione che si trova a rischio sgombero e sotto attacco mediatico, in particolare da parte di quei giornali che difendono – quando non sono di proprietà – i palazzinari, e che con retoriche squallide alternativamente li chiamano “bamboccioni” o li accusano di terrorismo e di voler “ritornare agli anni ’70”.

  Continua a leggere »

Il caldo da’ alla testa: ad agosto sgomberata la Baracca Occupata

 

In estate succedono spesso cose molto brutte. A farne le spese si trovano a essere, altrettanto spesso, le strutture politiche che fanno il loro intervento nelle università. Il motivo è presto detto: ad agosto le università sono chiuse e i compagni/e non hanno modo di organizzare forme di resistenza attiva. Comunque, anche quando vi riescono, non possano contare sulla forza d’urto della massa universitaria (ad agosto latente), ma devono limitarsi alle energie dei militanti. È su questo che giocano i poteri forti, gli speculatori e i baronati universitari, quando vogliono annullare una struttura ritenuta preoccupante, quantomeno problematica. Senza confronto, senza dialettica, senza neanche “l’onore delle armi” di una sconfitta dopo una giornata campale: aspettano agosto, sfondano giù una porta e tanti saluti. Vi piace vincere facile?

Continua a leggere »

Daje Giulio!

Molti di noi sono stati licenziati o hanno avuto quantomeno problemi sul lavoro per “motivi politici”. Sgomberiamo il campo da dubbi: per noi non è mai un motivo di vanto, ma solo la causa di problemi e rogne. Prima di tutto, la necessità di trovarne un altro, di lavoro. D’altro canto, siamo anche consapevoli che i comunisti debbano dare fastidio, anche e soprattutto sul posto di lavoro, “meritandosi” la vendetta del padrone. Assai improbabile immaginarci a braccetto con le élite e le oligarchie: qualcosa non tornerebbe. Del resto lo diceva già Marx. “Non è la coscienza degli uomini che determina il loro essere, ma il loro essere sociale che determina la loro coscienza”. Continua a leggere »

Non sono intelligenti… e nemmeno si applicano

Questa mattina gli studenti medi di Roma si sono trasformati in docenti e, tentando e in parte riuscendo a rompere il divieto di manifestazione imposto dalla giunta capitolina, hanno dato a tutti una bella lezione di democrazia. L’hanno data al sindaco Alemagno, che è convinto di governare una città come se fosse una vecchia sezione del MSI. Continua a leggere »

L’esame di maturità, il crollo dell’Urss e altre catastrofi…

Anche oggi ci troviamo a commentare – nostro malgrado – le tracce dell’esame di maturità e, in particolare, il tema di argomento storico, che è sempre quello che suscita più dibattito. Quest’anno, però, la nostra attenzione non è stata catturata dal loro contenuto, quando da un assurdo commento dello “storico” Giovanni Belardelli sull’edizione online del “Corriere”. Continua a leggere »

L’occupazione è ovunque…

Nella giornata di domenica si è conclusa, a Napoli, l’occupazione del cinema Astra, portata avanti per tre settimane dai nostri compagni e fratelli della Federico II (vedi). Progetto interessantissimo dal punto di vista politico, sociale, culturale e umano, di cui abbiamo avuto il piacere di essere ospiti – purtroppo solo per qualche ora – e a cui abbiamo potuto portare il nostro piccolo contributo. Riproponiamo volentieri il loro comunicato di fine occupazione, che riassume e rilancia il senso di questa esperienza. L’occupazione è ovunque… l’astra continua!

Continua a leggere »

ma de che stamo a parlà?

Per cercare di spiegare quello che è successo ieri hanno tirato fuori i black block, i provocatori, gli infiltrati… mancano solo i marziani e protocolli di Sion. Tutto pur di non ammettere che si trattava del puro, semplice e sacrosanto rodimento di culo di chi s’è visto rubare ogni possibile futuro, e si è ribellato. La rabbia ha preso il sopravvento? Ha fatto saltare piani ed accordi? Evviva! Qualche benpensante ha scritto che ieri al centro di Roma c’era l’inferno, ma era solo una pallida copia di quello a cui ci stanno condannando.

SOLIDARIETA’ E LIBERTA’ PER GLI ARRESTATI!

que se vayan todos!

Ieri la conferenza dei capigruppo al Senato ha calendarizzato la discussione della riforma Gelmini per dopo il 14 dicembre, giorno del voto di fiducia al Governo. Questo significa che come scrivevamo il tempo a disposizione della squadra avversaria sta per scadere. Per aggiudicarsi il passaggio del turno avrebbe avuto bisogno di 2 gol, ma per il momento ne ha fatto solo uno e non si sa se e quanti minuti di recupero segnerà la lavagnetta del quarto uomo. Continua a leggere »

gli studenti, l’onda e le crepe

Negli sport da combattimento come nelle arti marziali il timing è un aspetto essenziale. Avere la capacità di leggere in leggero anticipo le mosse dell’avversario e comprendere quando nelle difese di chi ti trovi di fronte si apre una crepa è quello che su un tappeto di un ring come in una qualsiasi strada fa la differenza tra chi vince e chi perde. Continua a leggere »

I “cuccioloni” del potere

Ci sono episodi che permettono a chi li commenta di dare il meglio di sé. Ci riferiamo, in questo caso, ai servizi televisivi che si sono succeduti sulla sacrosanta protesta degli studenti universitari. Continua a leggere »